12-02-2020Commissione Tributaria Provinciale Milano - 19 dicembre 2019 
(In pluris) I redditi che il trustee di un trust nel cui fondo è inclusa la partecipazione totalitaria in una società lussemburghese eroga ai beneficiari seguono il regime della trasparenza qualora il disponente abbia disposto la distribuzione di somme di denaro prestabilite a ciascun beneficiario e i beneficiari abbiano disciplinato con scritture private i modi delle erogazioni. Siffatto trust si qualifica come commerciale, con la conseguente piena imponibilità dei proventi derivanti da suddetta società, qualora la medesima società debba ritenersi fittiziamente interposta essendo provato che il trustee detiene il potere di disporre della sua liquidità, che il suo rappresentante legale è esautorato dalle decisioni unilateralmente prese dal trustee e che essa è gestita con l’intermediazione di uno studio professionale che, stabilmente in contatto con i beneficiari, dirige il trustee. Suddetti redditi sono qualificabili come redditi di capitale e scontano, secondo il criterio di competenza, le ritenute a titolo di acconto del 12,50% fino al 2011 e del 20% a decorrere dal 1° gennaio 2012.
disponibile in area riservata
31-01-2020Tribunale Milano - 27 gennaio 2020
Non è revocabile il fallimento di una s.r.l. in liquidazione che ha istituito sul proprio patrimonio un trust liquidatorio per poi cancellarsi dal registro delle imprese - cancellazione di cui è stata disposta la cancellazione - in quanto la liquidazione effettuata con cessione di ogni attività societaria al trust non consente di sovrapporre il trust alla società, ancora esistente e non correttamente liquidata.
disponibile in area riservata
23-01-2020Commissione Tributaria Regionale Campania - 20 gennaio 2020
Il conferimento di beni in trust sconta le imposte le imposte ipocatastali in misura fissa in quanto non comporta un’attribuzione definitiva al trustee, tenuto soltanto ad amministrare e custodire i beni in vista del loro ritrasferimento ai beneficiari. Questi ultimi, nei confronti dei quali si realizzerà un arricchimento attuale, saranno tenuti al pagamento dell’imposta in misura proporzionale.
disponibile in area riservata
23-01-2020Tribunale Spoleto - 10 gennaio 2020
È da rigettare l’opposizione all’esecuzione intrapresa ex art. 2929 bis cod. civ. sull’immobile oggetto di vincolo di destinazione ex art. 2645 ter cod. civ. costituito dal fideiussore di una s.a.s. per l’adempimento del concordato con cessione di beni proposto dalla s.a.s. medesima: il pignoramento è stato trascritto entro un anno dalla trascrizione del vincolo; il vincolo ha natura gratuita perché è stato posto in essere dal fideiussore in qualità di terzo, non interessato dalla proposta di concordato, né diretto debitore dei creditori sociali; il pregiudizio alle ragioni del creditore pignorante sussiste perché, pur essendo stato l’immobile destinato a beneficio della massa dei creditori del concordato preventivo, tra i quali rientra anche il creditore pignorante, quest’ultimo potrebbe soddisfarsi del ricavato della vendita solo in via chirografaria e nel concorso con gli altri creditori. La s.a.s. e il suo liquidatore giudiziale sono legittimati a opporsi all’esecuzione intrapresa in quanto interessati alla conservazione del vincolo.
disponibile in area riservata
23-01-2020Tribunale Parma - 8 gennaio 2020
È revocabile la compravendita immobiliare stipulata tra il cedente, fideiussore verso la banca agente in revocatoria, e il cessionario, moglie del fideiussore, successivamente al rilascio della fideiussione: la scientia damni sussiste in re ipsa in capo al fideiussore e si desume in capo alla moglie dalla duplice circostanza che il corrispettivo della compravendita è stato corrisposto in anticipo rispetto al relativo atto e che al momento della compravendita la moglie risiedeva al di fuori del Comune ove è l’immobile e non aveva quindi interesse ad acquistare l’immobile in cui risiedeva il marito, dalla vicinanza temporale tra la stipula della compravendita e la manifestazione delle prevedibili iniziative recuperatorie da parte della banca. Non è revocabile il trust autodichiarato che la moglie del debitore abbia istituito sull’immobile, in quanto essa non è debitrice della banca. La banca potrà espropriare l’immobile nei confronti della moglie trustee quale terza acquirente in forza di acquisto revocato per frode.
disponibile in area riservata
15-01-2020Legge 19 dicembre 2019 n. 157

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre n.124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili (trust art. 13) (G.U. 24 dicembre 2019)

14-01-2020Tribunale Milano - 8 gennaio 2020
È rigettabile l’opposizione all’esecuzione proposta da una società la quale svolga le funzioni di trustee di un trust liquidatorio nel quale sono state conferite le unità immobiliari cui si riferisce il debito per cui si procede in executivis e la quale a sostegno dell’opposizione deduca che il titolo esecutivo di formazione giudiziale avrebbe dovuto essere emesso nei confronti di se medesima in qualità di trustee, anziché nei confronti di se medesima sic et simpliciter.
disponibile in area riservata
13-01-2020Tribunale Milano, sezione specializzata in materia di impresa - 20 dicembre 2019
La missiva con cui i disponenti prospettano e chiedono al trustee e al notaio di risolvere il trust non vale a determinare l’estinzione del trust. L’accordo transattivo che non sia stato sottoscritto da tutti i beneficiari e in cui si demandi lo scioglimento del trust ad un successivo atto da stipularsi non vale a determinare l’estinzione del trust. Ai fini dello scioglimento del trust occorre l’accordo fra tutti i beneficiari. La mancanza del guardiano non importa la nullità del trust, non avendo la parte indicato la norma straniera che richiederebbe la presenza del guardiano a pena di nullità e considerato che l’atto istitutivo disciplina espressamente il caso in cui il guardiano non venga nominato e quindi riconosce la possibilità della sua mancanza. Sono nulle le delibere assunte dai soci accomandatari di minoranza di una s.a.s. senza previa convocazione né partecipazione del trustee socio accomandante di maggioranza, precedentemente escluso dalla compagine sociale con deliberazione poi annullata.
disponibile in area riservata
13-01-2020Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile ordinanza n.33544 - 18 dicembre 2019
Il conferimento di beni in un trust istituito allo scopo di garantire e agevolare una procedura di concordato preventivo è esente dall’imposta sulle successioni e donazioni, la quale è dovuta non al momento dell’istituzione del trust o della dotazione patrimoniale, fiscalmente neutri, ma in seguito all’eventuale trasferimento finale al beneficiario, indice di ricchezza ai sensi dell’art. 53 Cost.
disponibile in area riservata
27-12-2019Corte Suprema di Cassazione, II sezione penale n.51572 - 20 dicembre 2019
I beni inclusi nel fondo di un trust istituito dalla madre di un indagato per truffa a vantaggio di quest’ultimo sono assoggettabili a sequestro preventivo qualora i beni in trust siano nella disponibilità materiale dell’indagato, come desumibile dai seguenti indizi: dall’istituzione del trust vi è stata una significativa alternanza di trustee nominati dall’indagato; la commercialista del trust è stata richiesta di occuparsi degli adempimenti relativi al trust da parte dell’indagato, che le forniva tutta la documentazione relativa; la mancata conoscenza della consistenza dei beni in trust da parte del trustee, comprovata dall'atteggiamento assunto dallo stesso trustee in occasione del verbale di esecuzione del sequestro.
disponibile in area riservata
23-12-2019Direzione del Tesoro - 23 dicembre 2019
Pubblicato il testo del decreto dedicato a Registro dei titolari effettivi. 
Testo oggetto di consultazione pubblica concernente lo schema di decreto Ministro dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico in materia di Registro della titolarità effettiva delle imprese dotate di personalità giuridica, delle persone giuridiche private, dei trust e degli istituti e soggetti giuridici affini (art. 21, comma 5, d.lgs. n. 231/07)
18-12-2019Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile ordinanza n.32392 - 11 dicembre 2019
Il conferimento in trust non sconta l’imposta sulle successioni e donazioni in quanto è un atto fiscalmente neutro, meramente attuativo degli scopi di segregazione ed apposizione del vincolo. Tale imposta sarà dovuta all’eventuale trasferimento finale dei beni in trust al beneficiario, in quanto solo quest'ultimo costituisce un effettivo indice di ricchezza ai sensi dell'art. 53 Cost.
disponibile in area riservata
18-12-2019Corte Suprema di Cassazione, III sezione penale n. 49885 - 10 dicembre 2019
L’indagato di reati tributari che abbia conferito in trust i beni costituenti il profitto di tali reati e abbia visto disporsi il sequestro preventivo sui beni stessi non è legittimato all’impugnazione del decreto di sequestro, essendo sprovvisto di interesse ad impugnare, considerato che, in caso di dissequestro, non ha diritto di ricevere in restituzione i beni in trust.
disponibile in area riservata
18-12-2019Corte Suprema di Cassazione, VI sezione civile ordinanza n. 31222 - 29 novembre 2019
(in Pluris) Non importa cessazione della materia del contendere nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust lo scioglimento del trust che sia intervenuto in grado di appello dopo l’assegnazione della causa a sentenza e non riguardi tutti i beni inclusi nel fondo in trust, non avendo il creditore agente in revocatoria dato espresso consenso alla cessazione della materia del contendere. Nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust è condannabile alle spese di lite anche il disponente non debitore (coniuge del disponente debitore).
disponibile in area riservata
17-12-2019Tribunale Milano - 5 dicembre 2019
I beneficiari non titolari di diritti attuali sui beni in trust non sono legittimati passivi e litisconsorti necessari nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust. Il beneficiario è litisconsorte necessario nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust se, avuto riguardo al rapporto tra disponente e beneficiario, il conferimento in trust è da qualificare come atto a titolo oneroso e dunque lo stato soggettivo del beneficiario è elemento costitutivo della fattispecie. Il beneficiario non è litisconsorte necessario nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust se, avuto riguardo al rapporto tra disponente e beneficiario, il conferimento in trust è da qualificare come atto a titolo gratuito e dunque lo stato soggettivo del beneficiario non è elemento costitutivo della fattispecie. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento in un trust familiare posto in essere dal disponente, garante della società debitrice principale nei confronti della società agente in revocatoria, successivamente all’emissione di cambiali a garanzia del debito: l’eventus damni sussiste in re ipsa, mentre la scientia damni in capo al disponente è evidente considerando che il conferimento in trust è stato posto in essere pochi mesi dopo il fallimento della debitrice principale, del cui organo amministrativo lo stesso disponente era stato presidente.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
31-12-2020VIII Congresso Nazionale

Rimini, 22-23-24 maggio 2020 

Il Congresso, organizzato dall'Associazione 'Il trust in Italia', si svolge presso l’Hotel Savoia (Lungo Mare Augusto Murri, 13).

Per iscriversi inviare la scheda di iscrizione, compilata con tutti i dati, per posta elettronica all’indirizzo info@il-trust-in-italia.it. 

Le iscrizioni si chiudono il 18 maggio 2020.

Fino al 29 febbraio p.v. sono previste quote agevolate:

la quota di partecipazione riservata ai soci dell’Associazione è di € 250,00. La quota di partecipazione per i non soci è di € 350,00 più IVA al 22% .

La quota di partecipazione comprende, oltre alla frequenza, la pennetta USB contenente i materiali appositamente prodotti per questo congresso, 2 pause caffè, 2 pause pranzo e la cena conviviale del 22 maggio presso la Locanda "I Girasoli" - Misano Adriatico (RN).

Le prenotazioni alberghiere sono gestite dall’Hotel Savoia di Rimini, secondo le modalità indicate nel modulo.

Verranno richiesti i crediti formativi per la formazione professionale continua degli Avvocati, dei Notai e dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.

Per maggiori informazioni contattare la segreteria dell'Associazione al n. 06/8070853.

FONTI E MATERIALI »»»

Scarica la scheda di iscrizione »»»

Scarica le note informative »»»

Scarica il modulo per la prenotazione alberghiera »»»
24-02-2020Fondo patrimoniale: sì alla revocatoria della casa di vacanza
Il Sole 24 Ore - lunedì 24 febbraio 2020
24-02-2020Sul trust la Corte conferma: esenti gli atti di destinazione
Il Sole 24 Ore - lunedì 24 febbraio 2020
19-02-2020Evasione fiscale con conti correnti all’estero e al Vaticano: a Brescia 22 persone in manette
Money - mercoledì 19 febbraio 2020
19-02-2020Esame di ammissione Registro dei Professionisti accreditati

L’esame per l’ammissione al Registro dei Professionisti Accreditati si terrà nei giorni 5 e 6 marzo presso la sede dell’Associazione in Roma, Via Antonio Bertoloni, 55.

Le sessioni di esame avranno inizio il giorno 5 marzo dalle ore 14.00 e termineranno alle ore 18.00, proseguiranno il giorno 6 marzo 2020 dalle ore 10.00 alle ore 14.00.

 

Domanda di partecipazione all’esame di ammissione

Regole per l’ammissione

15-02-2020Trust, aumenta l'utilizzo sia nelle società che tra le persone
Gazzetta di Parma - sabato 15 gennaio 2020
14-02-2020Trust, difettoso il ricorso al legale rappresentante
Italia Oggi - giovedì 14 febbraio 2020
13-02-2020E' salvo il Teatro Menotti: acquistato da un trust benefico, continuerà l'attività almeno fino al 2036
Milano Today - giovedì 13 febbraio 2020
05-02-2020Banca d’Italia - 5 febbraio 2020
Disposizioni in materia di adeguata verifica della clientela e di conservazione dei dati e delle informazioni per gli operatori non finanziari iscritti nell’elenco di cui all’articolo 8 del decreto legge 25 settembre 2001 n.350
30-01-2020Dotazione del trust senza prelievo
Il Sole 24 Ore - lunedì 27 gennaio 2020
27-01-2020Titolare: tempi e regole per comunicare i dati
Il Sole 24 Ore - lunedì 27 gennaio 2020
23-01-2020Trust per l'Arte Contemporanea nella città di Bologna
Comune di Bologna, Comunicato stampa - giovedì 23 gennaio 2020
19-01-2020Trust, affidamenti e vincoli per i disabili non autosufficienti
Il Sole 24 Ore - domenica 19 gennaio 2020
24-12-2019Registro titolari effettivi in consultazione
Il Sole 24 Ore - martedì 24 dicembre 2019
14-12-2019Dal 2020 anche trust e fondazioni obbligati al pagamento di Ivie e Ivafe
Il Sole 24 Ore - sabato 14 dicembre 2019
Altre pagine: