06-07-2019Sostegno alla formazione universitaria

L’associazione “Il trust in Italia”, trustee del trust “Ponte Morandi”, ha deliberato di contribuire a sostenere gli studi universitari di due o più giovani, abitanti o già abitanti nella zona “arancione” (zona che comprende i Municipi di Valpolcevera, Centro Ovest e Medio Ponente).

Il contributo potrà riguardare spese inerenti:

• la frequenza a corsi di laurea, ovvero

• la formazione dopo il conseguimento della laurea per mezzo della partecipazione a Master di I o di II livello o a attività formative post laurea comparabili, in Italia o all’estero, con inizio entro il 1.1.2021,

ovvero

• la partecipazione a altre attività formative, quali corsi di lingua o relative a problemi tecnici specifici.

Una Commissione composta dal prof. Maurizio Lupoi, presidente dell’associazione, e dai professori Vincenzo Roppo e Luca Beltrametti, delibererà quali somme impiegare entro il limite complessivo di € 11.280,00 e a favore di chi e con quali modalità sulla base del merito scolastico e delle prospettive formative dei candidati e, in caso di parità di merito, privilegiando i più bisognosi secondo le risultanze ISEE.

Ogni giovane interessato è invitato a formulare richiesta di sostegno economico entro il 6 luglio 2019 per mezzo di posta elettronica, fornendo tutte le notizie e accludendo tutta la documentazione che ritenga:

• all’indirizzo del trustee: info@il-trust-in-italia.it

• all’indirizzo della Segreteria della Commissione: alessandra.pinori@giuri.unige.it.

12-06-2019Tribunale Roma - 31 maggio 2019
Il trust caratterizzato dalla coincidenza di disponente, trustee e beneficiario nella medesima persona è nullo per violazione dell’art. 2 della Convenzione de L’Aja.
disponibile in area riservata
12-06-2019Tribunale Macerata - 31 maggio 2019
L’opposizione all’esecuzione intrapresa sulla base di iscrizione ipotecaria precedente all’istituzione del trust autodichiarato sui beni oggetto dell’espropriazione va rigettata, in quanto i trustee opponenti non hanno provveduto a produrre l’atto istitutivo e pertanto non può operarsi alcuna valutazione sulla eventuale segregazione dei beni e dunque sulla loro sottrazione ai creditori.
disponibile in area riservata
12-06-2019Commissione Tributaria Regionale Lazio, Roma - 22 maggio 2019
(In Pluris) L’istituzione di un trust autodichiarato sconta l’imposizione in misura fissa in quanto, rimanendo i beni nella sfera giuridica del disponente, non si realizza alcuna ipotesi traslativa. L’imposizione proporzionale avrà luogo al verificarsi del trasferimento – sottoposto a condizione sospensiva – dei beni in trust ai beneficiari finali. Al trasferimento degli immobili in trust ai beneficiari finali, trattandosi di trasferimenti immobiliari senza corrispettivo, si applica l'art. 52, comma 4, del D.P.R. n. 131 del 1986, per cui non sono soggetti a rettifica i valori degli immobili in trust che siano stati dichiarati in misura non inferiore al valore catastale moltiplicato per il coefficiente di legge.
disponibile in area riservata
12-06-2019Commissione Tributaria Provinciale Savona - 28 maggio 2019
L’atto con cui viene nominato un nuovo trustee in sostituzione di quello in carica sconta le imposte ipotecarie e catastali in misura fissa, in quanto non produce effetto traslativo alcuno. Il presupposto delle imposte ipotecarie e catastali in misura proporzionale verrà in essere al momento dell’attribuzione dei beni in trust ai beneficiari.
disponibile in area riservata
11-06-2019Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n. 11402 - 30 aprile 2019
Il trasferimento a titolo gratuito della proprietà di un immobile al mandatario senza rappresentanza incaricato di procedere alla sua vendita è esente dall’imposta di donazione in quanto non comporta alcun definitivo arricchimento della sfera patrimoniale del mandatario, atteso che costui è gravato per l’adempimento del mandato dall’obbligazione di trasferire al terzo acquirente il bene e di corrispondere al mandante il relativo prezzo.
disponibile in area riservata
11-06-2019Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n. 11401 - 30 aprile 2019
Il trasferimento a titolo gratuito della proprietà di un immobile al mandatario senza rappresentanza incaricato di procedere alla sua vendita è esente dall’imposta di donazione in quanto non comporta alcun definitivo arricchimento della sfera patrimoniale del mandatario, atteso che costui è gravato per l’adempimento del mandato dall’obbligazione di trasferire al terzo acquirente il bene e di corrispondere al mandante il relativo prezzo.
disponibile in area riservata
11-06-2019Tribunale Latina - 30 maggio 2019
È privo di legittimazione passiva nel giudizio per la revocatoria ex art. 2901 cod. civ. del conferimento di beni in un trust familiare il minore beneficiario, in quanto la sua partecipazione non rileva né dal punto di vista oggettivo, non essendo costui titolare di un diritto attuale sui beni in trust, né dal punto di vista soggettivo, essendo il conferimento un atto a titolo gratuito. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento di beni immobili in un trust familiare posto in essere dai disponenti, fideiussori della società debitrice principale nei confronti della banca creditrice agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: sussiste l’eventus damni per essere i beni residui di proprietà dei disponenti di valore inferiore a quello del credito vantato dalla banca e si desume la scientia damni in capo ai disponenti, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, dalla duplice circostanza che i disponenti-fideiussori erano a conoscenza della situazione di crisi della società e attraverso i conferimenti hanno procurato un’evidente diminuzione del loro patrimonio.
disponibile in area riservata
07-06-2019Commissione Tributaria II grado Trentino Alto Adige, Trento - 6 maggio 2019
(In Pluris) Sono soggetti a IRPEF quali redditi di capitale i dividendi distribuiti dal trustee di un trust autodichiarato istituito al solo fine di ottenere l’agevolazione consistente nella tassazione con l’aliquota del 5% dei dividendi distribuiti dalla società inclusa nel fondo in trust, a nulla rilevando che il trust abbia assolto l’imposta dovuta come soggetto passivo.
disponibile in area riservata
04-06-2019Tribunale Aosta - 23 maggio 2019
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. l’istituzione di un trust familiare autodichiarato posta in essere dal disponente successivamente al sorgere dei crediti vantati dai creditori agenti in revocatoria: l’eventus damni sussiste per non avere il disponente dimostrato di essere titolare di un residuo patrimonio di consistenza tale da garantire il soddisfacimento dei crediti vantati, mentre la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, si desume dal fatto che il disponente ha istituito il trust sull’intero patrimonio immobiliare.
disponibile in area riservata
04-06-2019Tribunale Livorno - 7 maggio 2019
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. l’atto di destinazione ex art. 2645-ter cod. civ. posto in essere dal disponente, fideiussore di una s.r.l. verso la banca creditrice agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita dell’atto di destinazione ex art. 2645-ter cod. civ., è desumibile in re ipsa, mentre l’eventus damni sussiste per essere insolvente la società debitrice principale e non atti alla soddisfazione del credito i beni sociali ipotecati.
disponibile in area riservata
04-06-2019Tribunale Pistoia - 6 maggio 2019 
La clausola di proroga della giurisdizione di cui all’atto istitutivo di trust non vincola terzi quali i creditori agenti in revocatoria. La domanda revocatoria ex art. 2901 cod. civ. che abbia ad oggetto l’atto istitutivo è idonea a produrre l’esito di inefficacia dell’atto dispositivo, consequenziale all’atto istitutivo e da esso dipendente. Non sono legittimati passivi nel giudizio per la revocatoria del conferimento dei beni in trust i beneficiari non titolari di diritti attuali sui beni in trust. Sono revocabili ex art. 2901 cod. civ. i due conferimenti, ciascuno in un distinto trust familiare, posti rispettivamente in essere da due disponenti, fideiussori della medesima società nei confronti della banca agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: sussiste l’eventus damni per avere i disponenti conferito nei trust tutti i propri rispettivi beni e non aver dimostrato di essere titolari di un patrimonio residuo idoneo a soddisfare il credito; la scientia damni in capo ai disponenti, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita dei trust, si desume dalla circostanza che essi erano soci e amministratori della società debitrice principale. Risponde dei danni verso la banca creditrice vittoriosa nell’azione revocatoria ex art. 2901 cod. civ. il trustee il quale ha ceduto a terzi la nuda proprietà dei beni immobili conferiti in trust - beni contestualmente ipotecati a favore di altro istituto di credito per un valore pari al doppio del prezzo di vendita, in quanto il trustee, essendo il legale di fiducia del disponente, era al corrente della sua esposizione debitoria.
disponibile in area riservata
14-05-2019Corte Suprema di Cassazione, ordinanza n.10498 - 15 aprile 2019
L’azione revocatoria ex art. 2901 cod. civ. avente ad oggetto l’atto istitutivo di trust è idonea a produrre l’esito di inefficacia dell’atto di conferimento, in quanto l’atto di conferimento è dipendente dall’atto istitutivo, in esso trovando la propria causa giustificatrice.
disponibile in area riservata
14-05-2019Tribunale Mantova - 29 aprile 2019
I beneficiari non sono legittimati passivi e litisconsorti necessari nel giudizio per la revocatoria avente ad oggetto i beni in trust qualora non siano titolari di diritti attuali sui beni inclusi nel fondo in trust. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento in un trust familiare posto in essere dal disponente, fideiussore della società debitrice principale verso l’istituto di credito agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: l’eventus damni sussiste per essersi il disponente spogliato di tutto il proprio patrimonio immobiliare e non avere dimostrato di essere titolare di altri beni idonei a costituire garanzia del credito e la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, sussiste in re ipsa.
disponibile in area riservata
13-05-2019Tribunale Ancona - 16 aprile 2019
Il convenuto in un giudizio per il risarcimento del danno il quale ha conferito il proprio patrimonio personale in un trust, oggetto di distinto giudizio per la revocatoria ex art. 2901 cod. civ. intrapreso dagli attori, non può essere ammesso al beneficio del gratuito patrocino a spese dello Stato.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
06-07-2019Sostegno alla formazione universitaria

L’associazione “Il trust in Italia”, trustee del trust “Ponte Morandi”, ha deliberato di contribuire a sostenere gli studi universitari di due o più giovani, abitanti o già abitanti nella zona “arancione” (zona che comprende i Municipi di Valpolcevera, Centro Ovest e Medio Ponente).

Il contributo potrà riguardare spese inerenti:

• la frequenza a corsi di laurea, ovvero

• la formazione dopo il conseguimento della laurea per mezzo della partecipazione a Master di I o di II livello o a attività formative post laurea comparabili, in Italia o all’estero, con inizio entro il 1.1.2021,

ovvero

• la partecipazione a altre attività formative, quali corsi di lingua o relative a problemi tecnici specifici.

Una Commissione composta dal prof. Maurizio Lupoi, presidente dell’associazione, e dai professori Vincenzo Roppo e Luca Beltrametti, delibererà quali somme impiegare entro il limite complessivo di € 11.280,00 e a favore di chi e con quali modalità sulla base del merito scolastico e delle prospettive formative dei candidati e, in caso di parità di merito, privilegiando i più bisognosi secondo le risultanze ISEE.

Ogni giovane interessato è invitato a formulare richiesta di sostegno economico entro il 6 luglio 2019 per mezzo di posta elettronica, fornendo tutte le notizie e accludendo tutta la documentazione che ritenga:

• all’indirizzo del trustee: info@il-trust-in-italia.it

• all’indirizzo della Segreteria della Commissione: alessandra.pinori@giuri.unige.it.

18-06-2019Dotazione del trust esente da imposte
Il Sole 24 ore - martedì 18 giugno 2019
15-06-2019Processi tributari più veloci
Italia Oggi - sabato 15 giugno 2019
08-06-2019L’atto di dotazione che costituisce il trust non è tassabile
Il Sole 24 ore - sabato 8 giugno 2019
29-05-2019Agenzia delle Entrate, risoluzione n.53/E - 29 maggio 2019
Titolari di funzioni di direzione e amministrazione di una fondazione - Monitoraggio fiscale e titolare effettivo - art. 4 decreto legge 28 giugno 1990n.167 (trust pag.6)
25-05-2019Il trust al figlio agevolato sempre
Italia Oggi - sabato 25 maggio 2019
24-05-2019Ora i depositanti tedeschi aprono conti in Italia
Il Sole 24 Ore - venerdì 24 maggio 2019
20-05-2019Evasione fiscale record, 92enne patteggia e fa rientrare 15 milioni dalla Svizzera
il Giorno, Milano - lunedì 20 maggio 2019
20-05-2019Decreto Atad, restano fuori fondazioni e trust
Il Sole 24 Ore - lunedì 20 maggio 2019
16-05-2019I professionisti: più garanzie nei controlli antiriciclaggio
Il Sole 24 Ore - giovedì 16 maggio 2019
14-05-2019La Corte per il trust sammarinese supera l'esame della Corte europea dei diritti dell'uomo
Libertas - martedì 14 maggio 2019
13-05-2019Maxi evasione fiscale, il Riesame conferma
Vicenza Report - lunedì 13 maggio 2019
11-05-2019Trust 'Ponte Morandi'
L’Associazione 'Il trust in Italia' ha istituito il Trust "Ponte Morandi", del quale è trustee. L'ufficio di Guardiano del Trust è ricoperto dal Comitato esecutivo dell’Associazione.

Il Trust è stato istituito ad esclusivo vantaggio degli abitanti della zona "Ponte Morandi" di Genova e, in occasione del Congresso del Ventennale dell’Associazione che si svolgerà proprio a Genova il 10 e 11 maggio 2019, realizzerà il proprio scopo per mezzo di una idonea iniziativa concordata con le autorità genovesi.

Il Trust non sarà gravato da alcun costo né professionale né fiscale né di alcun altro genere (anche il conto bancario sarà "senza spese").

Ogni euro che entrerà sarà impiegato per lo scopo del Trust.

Potrete eseguire versamenti in qualunque momento:

  • per bonifico bancario sul conto a nome del Trust "Ponte Morandi" presso Banca Sella, Via G. Paisiello n.35/C, Roma, IBAN: IT 49 V 03268 03210 052664716050; ovvero
  • tramite la scheda di iscrizione al nostro Congresso del Ventennale, integrando la quota di partecipazione all'evento della somma che si intende devolvere al Trust. La segreteria provvederà a trasferire sul conto del Trust quanto devoluto dal partecipante

Scarica l'atto istitutivo del trust »»»

Scarica il certificato di iscrizione nel Registro dei trust »»»

11-05-2019Congresso del Ventennale

Genova, 9-10-11 maggio 2019

02-05-2019"Beni in trust per non pagare tasse". Sequestro annullato
Otto Pagine.it - giovedì 2 maggio 2019
Altre pagine: