15-11-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia - 28 ottobre 2019
Il conferimento di beni immobili in un trust familiare sconta le imposte ipocatastali in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione, in quanto non realizza un trasferimento effettivo di ricchezza mediante una stabile attribuzione patrimoniale, essendo siffatto trasferimento riscontrabile soltanto nell’atto di eventuale attribuzione finale dei beni in trust al beneficiario.
disponibile in area riservata
15-11-2019Corte d’Appello Catanzaro - 24 ottobre 2019
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento di immobili in un trust familiare posto in essere dal disponente, fideiussore di una s.r.l. verso la banca creditrice agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: sussiste l’eventus damni in quanto il disponente ha conferito in trust tutti i propri beni immobili e non ha allegato di possedere un patrimonio residuo sufficiente a coprire l’esposizione debitoria della società garantita, mentre la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, sussiste in quanto questi si era obbligato - in qualità di fideiussore - a informarsi sull’esposizione debitoria della società garantita e dunque non può utilmente opporre la sua mancata conoscenza.
disponibile in area riservata
15-11-2019Corte d’Appello Milano - 18 ottobre 2019
Il trustee di un trust liquidatorio, incaricato di pagare i creditori secondo le risultanze delle scritture contabili, può contestare il credito di cui gli venga richiesto il pagamento, essendo onerato da un obbligo di vigilanza e di verifica della legittimità delle somme spettanti ad ogni beneficiario nell’interesse di tutti gli altri beneficiari. Il trust liquidatorio non impedisce ai creditori della società disponente di agire in executivis sui beni in trust, salvo che al trustee venga trasferito esclusivamente un attivo. Non è nullo il decreto ingiuntivo emesso nei confronti della società disponente di un trust liquidatorio in epoca successiva alla sua estinzione, qualora il decreto ingiuntivo sia stato notificato anche al trustee, obbligato in solido con la disponente.
disponibile in area riservata
15-11-2019Tribunale Milano - 9 ottobre 2019
(in Pluris) Gli obbligazionisti sono legittimati a richiedere il fallimento della società emittente malgrado la vigenza di un indenture trust, dato che il trustee non è il titolare del credito degli obbligazionisti e a nulla rileva che il relativo atto istitutivo includa la no action clause, in quanto quest’ultima impedisce agli obbligazionisti le iniziative attinenti il contratto con l’emittente, ma non di rivolgersi alla legge per tutelarsi dall’insolvenza futura e probabile.
disponibile in area riservata
15-11-2019Tribunale Milano - 4 ottobre 2019
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento di un immobile e di una partecipazione sociale in un trust familiare posto in essere dal disponente, socio e fideiussore di una s.r.l. verso la banca creditrice agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: sussiste l’eventus damni in quanto il disponente non risulta avere beni ulteriori rispetto a quelli conferiti in trust, mentre la scientia damni in capo al disponente si desume dalla duplice circostanza che il disponente ha disposto della totalità del proprio patrimonio e che nella medesima data in cui è avvenuto il conferimento revocando, davanti al medesimo notaio rogante, altri soci della debitrice principale, a loro volta fideiussori, hanno proceduto ad effettuare conferimenti in trust.
disponibile in area riservata
15-11-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia, Milano - 1 ottobre 2019
(in Pluris) Ha diritto all’iscrizione nell’anagrafe ONLUS il trust istituito per promuovere e svolgere attività di ricerca e formazione nel settore dell’economia dei trasporti, in quanto l’art. 10, co. 1, lett. a), n. 11 del D.Lgs. n. 460 del 1997 ammette la ricerca scientifica di particolare interesse sociale e l’art. 10, co. 5 del medesimo D.Lgs. ammette l’attività di formazione qualora essa non sia prevalente rispetto a quella, istituzionale, di ricerca (come emerge dall’atto istitutivo del trust oggetto di causa).
disponibile in area riservata
15-11-2019Commissione Tributaria Regionale Lombardia, Milano - 30 settembre 2019
(in Pluris) Il conferimento di beni immobili in un trust a favore di beneficiari finali da individuarsi in un secondo momento è esente dall’imposta di donazione e sconta le imposte ipocastali in misura fissa, in quanto non comporta alcun trasferimento di ricchezza in favore del trustee, temporaneamente investito della gestione dei beni.
disponibile in area riservata
29-10-2019Corte Suprema di Cassazione, V sezione penale n.42749 - 17 ottobre 2019
L’istituzione da parte di una pluralità di disponenti, tutti appartenenti al medesimo nucleo familiare, di distinti trust nei rispettivi fondi dei quali sono incluse, tramite catene societarie, le partecipazioni in una società anonima cessionaria del capitale di altra società, conferitaria del ramo d’azienda – costituito da una flotta – di una s.p.a. poi dichiarata fallita, risponde a una logica di depauperamento, volta alla sottrazione dei beni della s.p.a. medesima ai creditori sociali, e costituisce condotta ascrivibile al paradigma della bancarotta fraudolenta.
disponibile in area riservata
29-10-2019Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanze n. 27125 e 27126 - 23 ottobre 2019 
È legittimo applicare la presunzione di fruttuosità di cui all’art. 6 del d.l. 28 giugno 1990, n. 167 sulle attività estere formalmente incluse nel fondo in trust e presuntivamente riferibili al disponente.
disponibile in area riservata
29-10-2019Commissione Tributaria Regionale Lazio, Roma - 1 ottobre 2019
(in Pluris) Ai fini dell’imposta di registro, l’acquisto di un bene immobile da parte del trustee che sia persona fisica può essere tassato determinando la base imponibile secondo il c.d. prezzo-valore, in quanto parte della compravendita è il trustee, che non agisce quale legale rappresentante del trust, essendo quest’ultimo privo di un’autonoma soggettività giuridica, e neppure nell’esercizio di attività commerciali o professionali.
disponibile in area riservata
29-10-2019Commissione Tributaria II grado Trentino Alto Adige - 24 settembre 2019
(in Pluris) Il conferimento di beni immobili in un trust familiare sconta le imposte ipocatastali in misura fissa in quanto non realizza un effettivo e finale incremento patrimoniale, essendo il trasferimento dei beni al trustee meramente strumentale e temporaneo. Uno stabile trasferimento di ricchezza si verificherà solamente al momento dell'attribuzione definitiva dei beni in trust ai beneficiari.
disponibile in area riservata
29-10-2019Tribunale di Milano, ordinanza - 28 luglio 2019
(in Pluris) Nel giudizio per la declaratoria di nullità del trust e per la revocatoria del relativo conferimento non sono litisconsorti né il guardiano, in quanto questi ha l'esclusivo compito di garantire l'effettivo perseguimento dell'interesse del trust e di sorvegliare il trustee e non ha potere dispositivo sui beni, né i beneficiari finali che non vantino diritti attuali, ai quali sarà solo eventualmente trasferito il fondo in trust una volta spirato il termine finale di durata.
disponibile in area riservata
28-10-2019Decreto legge 26 ottobre 2019 , n. 124
Disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili. (G.U. n. 252 del 26.10.2019) (Trust art. 13)
28-10-2019Decreto legislativo 4 ottobre 2019, n. 125

Modifiche ed integrazioni ai decreti legislativi 25 maggio 2017, n. 90 e n. 92, recanti attuazione della direttiva (UE) 2015/849, nonché attuazione della direttiva (UE) 2018/843 che modifica la direttiva (UE) 2015/849, relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario ai fini di riciclaggio e finanziamento del territorio e che modifica le direttive 2009/138/CE e 2013/36/UE. (G.U. n.252 del 26.10.2019)

21-10-2019Tribunale Foggia - 10 ottobre 2019
È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il vincolo di destinazione ex art. 2645-ter cod. civ. posto in essere dal costituente – inadempiente all’obbligo di corresponsione dell’assegno di mantenimento a favore dell’ex moglie agente in revocatoria – in favore della figlia avuta dalla seconda moglie, affetta da una grave disabilità mentale: la scientia damni in capo al costituente si desume in ragione della tempistica dell’atto dispositivo, successivo alla notifica del pignoramento, mentre l’eventus damni sussiste per essersi il costituente spogliato di tutti gli immobili di sua proprietà e non avere dimostrato la titolarità di un patrimonio residuo idoneo a garantire il soddisfacimento del predetto credito.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
15-11-2019Rassegna stampa Associazione Il trust in Italia
Conferenza stampa Senato

Senato della Repubblica, Sala Caduti di Nassyria
12 Novembre 2019

Conferenza stampa sul Disegno di Legge 1452 del 5 agosto 2019 "Disposizioni sul negozio di affidamento fiduciario: una nuova proposta". Interventi della Senatrice Alessandra Riccardi, del Prof. Nicolò Lipari e del Prof. Maurizio Lupoi.

12-11-2019Fondo patrimoniale, è ammessa l’azione revocatoria
Il Sole 24 Ore - martedì 12 novembre 2019
10-11-2019Allarme Blockchain, 5g e IoT: "Serve il controllo umano"
Il Sole 24 Ore - domenica 10 novembre 2019
09-11-2019Ex Ilva, a Jersey il tesoro di Mittal, l’uomo che deciderà il futuro di Taranto
Il Sole 24 Ore - sabato 9 novembre 2019
08-11-2019FAFT - 24 ottobre 2019
"Best practices" in tema di titolarità effettiva delle persone giuridiche (trust pag. 34 e ss.)
28-10-2019Trust in paradisi fiscali, proventi tassati per cassa
Il Sole 24 Ore - lunedì 28 ottobre 2019
25-10-2019Restutuisce l'eredità da 1,7 milioni
Il Giornale di Vicenza - venerdì 25 ottobre 2019
22-10-2019Il trust per cedere beni agli eredi non è un patto successorio
Il Sole 24 Ore - martedì 22 ottobre 2019
17-10-2019Patrimoni esteri: ultima chiamata
Professione Finanza - giovedì 17 ottobre 2019
12-10-2019Il trust nato per la beneficenza sconta l'imposta proporzionale 
Il Sole 24 ore - sabato 12 ottobre 2019
10-10-2019Decreto fisco, M5s: "Ci sarà la stretta sui grandi evasori. Pene fino a 8 anni". Nel testo anche la confisca per chi compie reati tributari
Il Fatto quotidiano - giovedì 10 ottobre 2019
07-10-2019Con il via al V direttiva ora il quadro è completo
Il Sole 24 Ore - lunedì 7 ottobre 2019
04-10-2019Vecchie verifiche non tutte da rifare
Il Sole 24 Ore - venerdì 4 ottobre 2019
04-10-2019Antiriciclaggio a maglie strette Via libera alla Quinta direttiva
Il Sole 24 ore - venerdì 4 ottobre 2019
03-10-2019Parlamento europeo - 19 settembre 2019
Risoluzione sullo stato di attuazione della legislazione antiriciclaggio dell’Unione (trust pag. 4)
Altre pagine: