X

INFORMATIVA

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

03-05-2018Corte Suprema di Cassazione, III sezione civile n. 9637 - 19 aprile 2018
La legge di ratifica ed esecuzione della Convenzione de L’Aja sui trust rende superfluo che il giudice provveda di volta in volta a valutare se il singolo trust persegua interessi meritevoli di tutela ex art. 1322 cod. civ. Ai fini dell’esperimento dell’azione revocatoria il conferimento in un trust familiare ha natura di atto a titolo gratuito. Ai fini dell’esperimento dell’azione revocatoria la riserva in capo al disponente del potere di sostituire ad libitum il trustee e i beneficiari costituisce prova della scientia damni in capo al disponente. I beneficiari che non siano titolari di diritti attuali sui beni in trust non sono legittimati passivi nell’azione revocatoria avente ad oggetto il conferimento in trust (il disponente si era riservato il potere di sostituire ad libitum i beneficiari).
disponibile in area riservata
03-05-2018Commissione Tributaria Provinciale Milano - 27 marzo 2018
(in Giurisprudenza di merito) L’emissione e la notifica della cartella di pagamento al trust sono nulle per inesistenza del soggetto passivo intimato e carenza di legittimazione passiva del trust.
disponibile in area riservata
03-05-2018Commissione Tributaria Regionale Torino - 26 febbraio 2018 
(in De Jure) Concorre all’evasione di imposte il trust in cui sia stato conferito il residuo attivo della liquidazione di una s.r.l., poi cancellata dal registro delle imprese, la quale aveva posto in essere una frode carosello sull’IVA intracomunitaria e avente quali beneficiari i soci di tale s.r.l., in quanto le obbligazioni del debitore estinto si trasferiscono ai soci o beneficiari anche se non comprese nel bilancio finale di liquidazione e nell’atto istitutivo non si ravvisa alcuna clausola a mente della quale la responsabilità del trust sarebbe individuata come meramente sussidiaria.
disponibile in area riservata
03-05-2018Commissione Tributaria Regionale Toscana - 13 novembre 2017
(in MEF) Il conferimento di beni immobili in un trust familiare è fonte di costituzione di un vincolo di destinazione ed è pertanto assoggettato all’imposta proporzionale di cui all’art. 2, co. 47, D.L. n. 262/2006, istituita direttamente sulla costituzione di vincoli di destinazione.
disponibile in area riservata
19-04-2018Parlamento europeo - 19 aprile 2018
Testo della risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di modifica del Parlamento europeo e del Consiglio che modifca la direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'usodel sistema fnanziario ai fini d riclaggio o finanziamento del terrorismo che modifica la direttiva 2009/101/CE (trust pag. 21 e ss.)
19-04-2018Governo - 21 marzo 2018
Schema di decreto legislativo recante disposizioni integrative e correttive al Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117, recante codice del Terzo Settore, a norma dell’articolo 1, comma 2, lettera B), della Legge 6 giugno 2016, n. 106.
13-04-2018Banca d’Italia - 13 aprile 2018
Disposizioni in materia di adeguata verifica della clientela- Documento per la consultazione
03-04-2018Banca d'Italia, Unità di Informazione Finanziaria per l'Italia - 30 marzo 2018
Quaderni dell'antiriciclaggio dell'Unità di Informazione Finanziaria (trust pagg.83 e succ.)
23-03-2018Commissione Tributaria Regionale Venezia - 18 gennaio 2018
(in Giurisprudenza di Merito) Il guardiano che sia intervenuto nella stipula dell’atto istitutivo è obbligato in solido a corrispondere l’imposta per la registrazione di tale atto.
disponibile in area riservata
23-03-2018Tribunale Bari - 16 gennaio 2018
(in Guida al Diritto) Risponde di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte il disponente che, successivamente alla notifica dell’avviso di accertamento, conferisca in un trust a vantaggio della figlia il proprio unico immobile, nominando trustee il padre, in quanto la nomina del padre come trustee consente al disponente di continuare a disporre dell’immobile e di sottrarlo alle pretese fiscali.
disponibile in area riservata
23-03-2018Commissione Tributaria Regionale Milano - 11 gennaio 2018
(in Giurisprudenza di Merito) È legittimo notificare un atto impositivo al trust in persona del trustee. Il conferimento in trust non sconta le imposte ipocatastali in misura proporzionale in quanto non realizza alcun arricchimento del trustee né un reale effetto traslativo.
disponibile in area riservata
21-03-2018Tribunale Salerno - 8 marzo 2018
Il promissario acquirente di un costruendo complesso di fabbricati non può richiedere in giudizio, a titolo di danno, la maggiore somma sborsata ai fini dell’acquisto dei medesimi beni da un trust in cui tali beni erano stati conferiti dal Comune, il quale li aveva acquistati per effetto di confisca conseguente all’accertato reato di lottizzazione abusiva contestato al promittente venditore.
disponibile in area riservata
21-03-2018Tribunale Macerata - 5 marzo 2018
Il conferimento in trust in frode ai creditori non è nullo e avverso di esso può essere esperita l’azione revocatoria. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento in un trust familiare effettuato dal socio accomandatario di una s.a.s. debitrice della banca agente in revocatoria successivamente all’accreditamento, ravvisandosi l’eventus damni per il fatto che il disponente ha conferito in trust la totalità del proprio patrimonio immobiliare e sussistendo la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita di tale trust, in re ipsa, considerato che era trustee la moglie del disponente, socia accomandante e fideiussore della s.a.s. verso la banca.
disponibile in area riservata
21-03-2018Tribunale Savona - 27 febbraio 2018
Il trust autodichiarato in cui le figure del disponente, del trustee e del beneficiario coincidono è radicalmente nullo. La finalità di assicurare al disponente il soddisfacimento dei suoi bisogni ed esigenze familiari così da garantirgli il mantenimento dell’attuale tenore di vita, la cura e assistenza, personale e medica, non è meritevole di tutela.
disponibile in area riservata
21-03-2018Tribunale Roma - 22 gennaio 2018
(in De Jure) Il trust autodichiarato è inidoneo a produrre un effetto di separazione patrimoniale opponibile ai creditori e va dunque rigettata l’opposizione all’esecuzione proposta dal debitore esecutato - disponente - trustee e volta a far accertare l’impignorabilità dei beni esecutati in quanto conferiti in trust.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
12-05-2018Fiorentina, istituito un trust per Vittoria Astori
Premium Sport - sabato 12 maggio 2018
27-04-2018Beni nel trust revocabili. Il creditore non si aggira
Il Sole 24 Ore - venerdì 27 aprile 2018
19-04-2018L’istituzione del trust prova a dribblare il conflitto di interessi
Quotidiano del Fisco, Il Sole 24 Ore - giovedì 19 aprile 2018
19-04-2018Istituzione del trust e conflitto di interessi
Il Sole 24 Ore - giovedì 19 aprile 2018
13-04-2018Ok di Agcom al blind trust Vivendi per Mediaset
Corriere Comunicazioni.it - mercoledì 11 aprile 2018
29-03-2018Nulla la cartella notificata al trust
Il Sole 24 Ore - giovedì 29 marzo 2018
14-03-2018Pianificazione fiscale, stretta sui consulenti
Il Sole 24 Ore - mercoeldì 14 marzo 2018
10-03-2018Trasparenza dagli intermediari su trust e strutture opache
Il Sole 24 Ore - sabato 10 marzo 2018
04-03-2018«Trust neutro»: via libera dei giudici
Il Sole 24 ore - domenica 4 marzo 2018
28-02-2018V CONVEGNO ANNUALE DI AGGIORNAMENTO
Napoli, 10-11-12 maggio 2018

ISCRIZIONI CHIUSE

Organizzato dall'Associazione Il trust in Italia, il Convegno si svolge presso il Grand Hotel Vesuvio (Via Partenope 45).

La quota di partecipazione riservata ai soci dell'Associazione è di € 365,00; mentre per i non soci è di € 565,00 più Iva.

La quota di partecipazione, oltre alla frequenza, comprende la pennetta USB contenente i materiali appositamente prodotti per questo convegno, 3 pause caffè, 1 pausa pranzo.  Nella quota non è compresa la cena dell'11 maggio 'Omaggio a Napoli', per posti esauriti.

Maggiori dettagli compresa la sistemazione alberghiera sono contenuti nelle note informative.

Sono stati riconosciuti n.6 crediti formativi, per ciascuna giornata, per la formazione professionale continua degli Avvocati; n.14 crediti formativi, all’intero convegno, per la formazione professionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e n.10 crediti formativi per la partecipazione all’intero convegno per la formazione professionale dei Notai.

Riconosciuti dall’Associazione “Il trust in Italia” n.14 punti di aggiornamento permanente all’intero convegno, nello specifico n.1 punto per ogni ora di effettiva partecipazione, validi ai fini dell’iscrizione al Registro dei Professionisti Accreditati e al Registro dei Trustee e dei Guardiani professionali.

16-02-2018Banca d'Italia - 9 febbraio 2018
Comunicazione in materia di obblighi antiriciclaggio per gli intermediari bancari e finanziari
14-02-2018Il trustee può chiedere l'ok a costituirsi
Il Sole 24 Ore - mercoledì 14 febbraio 2018
14-02-2018Antiriciclaggio, "attive" da subito le nuove regole
Il Sole 24 Ore - mercoledì 14 febbraio 2018
07-02-2018Passaggi tra trustee senza registro
Il Sole 24 Ore - mercoledì 7 febbraio 2018
24-01-2018Terzo settore, riforma allo sprint
Il Sole 24 Ore - mercoledì 24 gennaio 2018
Altre pagine: