27-11-2020Tribunale Brescia - 14 novembre 2020
Nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust, correttamente il creditore indirizza la propria azione avverso l’atto di conferimento e non già avverso il precedente atto istitutivo, avendo quest’ultimo carattere meramente programmatico. Qualora il trust sia istituito allo scopo di assicurare al disponente-beneficiario la “cura ed assistenza personale e medica”, la legittimazione passiva ex art. 2901 cod. civ. spetta esclusivamente allo stesso disponente-beneficiario e al trustee. È revocabile ex art. 2901 cod. civ. il conferimento in siffatto trust posto in essere dal disponente, fideiussore di una s.p.a. verso la banca agente in revocatoria, successivamente al rilascio della fideiussione: l’eventus damni sussiste per avere il disponente conferito in trust tutti i propri immobili, mentre la scientia damni in capo al disponente, requisito soggettivo richiesto in considerazione della natura gratuita del trust, si desume dalla circostanza che il disponente era amministratore unico della debitrice principale e non poteva non conoscerne le condizioni economico-finanziarie.
disponibile in area riservata
27-11-2020Tribunale Roma - 12 novembre 2020
Nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust, il requisito soggettivo da dimostrare riguarda esclusivamente il disponente debitore qualora il conferimento sia a titolo gratuito, come nel caso di trust familiare. In siffatto giudizio sussiste l’eventus damni qualora il disponente debitore conferisca in trust tutti i propri immobili.
disponibile in area riservata
27-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza n. 25419 - 11 novembre 2020
Il conferimento di beni in un trust istituito allo scopo di soddisfare i debiti contratti dal disponente con istituti di credito, con riserva dell’eventuale residuo al figlio di costui, è esente dall’imposta sulle successioni e donazioni in quanto non comporta alcun arricchimento patrimoniale né per gli istituti di credito, essendo soltanto rivolto a consentire che essi possano conseguire il soddisfacimento dei loro crediti, né per il figlio del disponente. Detto arricchimento si verificherà in capo a quest’ultimo solo eventualmente e in futuro.
disponibile in area riservata
26-11-2020Tribunale Busto Arsizio - 5 novembre 2020
È revocabile il conferimento in un trust familiare posto in essere dai disponenti, fideiussori di una società fallita verso la banca agente in revocatoria, successivamente al rilascio delle fideiussioni: sussiste l’eventus damni per avere i disponenti conferito in trust tutti i propri immobili e non aver indicato ulteriori beni idonei a garantire le ragioni creditorie, mentre la scientia damni in capo ai disponenti si desume per essere stati costoro soci e amministratori della debitrice principale.
disponibile in area riservata
26-11-2020Corte d’Appello Genova - 4 novembre 2020
L’unico beneficiario di un trust familiare (figlio del disponente) non è litisconsorte necessario nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust in quanto siffatto conferimento è a titolo gratuito e il beneficiario stesso non è titolare di diritti attuali, non avendo il diritto di pretendere dal trustee l’assegnazione del reddito del trust. Nel giudizio per la revocatoria del conferimento in trust, sussiste l’eventus damni per avere il debitore trasferito tutti i propri immobili al disponente che li ha poi conferiti in trust. In siffatto giudizio, il trasferimento dal debitore al disponente deve intendersi a titolo gratuito in quanto non può essere considerato avvenuto a completa tacitazione dell’obbligo di mantenimento del disponente - coniuge economicamente più debole e pensionato  da parte del debitore - coniuge imprenditore - (come si legge nel ricorso per separazione consensuale tra disponente e debitore), date la qualifica del trasferimento stesso come a titolo a gratuito e la sperequazione tra l’entità dell’attribuzione e le necessità di mantenimento del disponente. In siffatto giudizio, la scientia damni in capo al disponente si desume per essere questi, al momento del sorgere del credito, coniuge ancora non separato della debitrice e quindi a conoscenza della vicenda giudiziaria della moglie protrattasi per ben due gradi di giudizio.
disponibile in area riservata
17-11-2020Tribunale Ancona - 2 novembre 2020
Qualora il trustee decida di non sottoscrivere il ricostituito capitale sociale della s.r.l. una cui quota è l’unico bene del trust, così determinando l’uscita del trustee dalla compagine societaria e la cessazione del trust, e motivi tale decisione nel senso che il disponente non gli ha consegnato la provvista - laddove l’importo della somma da versare a titolo di sottoscrizione era irrisorio (5.100 Euro) e il trust disponeva con ogni probabilità di risorse economiche - il trust deve ritenersi nullo (sham) per l'inesistenza in capo al trustee di un autonomo potere di gestione e di controllo sui beni in trust e la correlata mancata perdita in capo al disponente del controllo sui medesimi beni.
disponibile in area riservata
16-11-2020Tribunale Rimini - 28 ottobre 2020
Il patto fiduciario con cui i fiduciari si impegnano ad acquistare un bene immobile con somme messe a disposizione dalla fiduciante (e derivanti dalla vendita della quota ereditaria, di titolarità di quest’ultima, ricevuta per successione dalla madre), a corrispondere una somma mensile per l’utilizzo dell’immobile fino a concorrenza della somma messa a disposizione dalla fiduciante e, in caso di necessità di quest’ultimo, a vendere il bene per riversarne il ricavato alla fiduciante è provato mediante produzione della scrittura privata che lo sancisce. Tale patto non è nullo per essere la fiduciante priva di quei requisiti soggettivi prescritti dalla legge per l’acquisto dell’immobile, non essendo nel patto prevista l’eventualità di una retrocessione del bene. Qualora all’epoca della stipula del negozio fiduciario uno dei fiduciari sia minorenne e sottoscriva in persona, il negozio fiduciario è annullabile nella parte in cui vincola costui. La violazione di siffatto patto fiduciario, concretantesi nell’omesso pagamento della somma mensile per l’utilizzo e nell’alienazione a terzi, importa l’obbligo del fiduciario di risarcire il danno, quantificato nell’importo complessivo delle mensilità non versate e del ricavato dall’alienazione.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza n. 24423 - 3 novembre 2020
Il conferimento di beni immobili in trust sconta le imposte ipocatastali in misura fissa in quanto il trasferimento dei beni al trustee avviene soltanto in via strumentale e temporanea
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza n. 24422 - 3 novembre 2020
Il conferimento di partecipazioni sociali e di un immobile in un trust istituito per estinguere – mediante la vendita dei beni in esso confluiti – i debiti della società cui le suddette partecipazioni si riferiscono è esente dall’imposta di donazione in quanto è atto neutro, attraverso il quale è ottenuto l'effetto di segregazione. Non può assurgere ad espressione di ricchezza imponibile nemmeno la ripartizione del ricavato tra i beneficiari a dovuta soddisfazione dei loro crediti.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinzna n. 24420 - 3 novembre 2020
L’istituzione di un trust autodichiarato i cui beneficiari sono i disponenti sconta l’imposta ipotecaria e castale in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione in quanto non realizza alcun trasferimento patrimoniale intersoggettivo. Il trasferimento imponibile in misura proporzionale è riscontrabile nell’eventuale attribuzione finale dei beni in trust al beneficiario, anche qualora questi sia individuato fin dal principio nell’atto istitutivo.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza nn. 24236 e 24237 - 2 novembre 2020
Il conferimento di beni in un trust familiare sconta l’imposta ipotecaria e castale in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione in quanto è meramente attuativo dello scopo di segregazione. Il trasferimento imponibile in misura proporzionale si ravvisa soltanto nell’eventuale attribuzione finale del bene al beneficiario.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza nn. 24233, 24234, 24235 - 2 novembre 2020
L’istituzione di un trust autodichiarato familiare sconta l’imposta ipotecaria e castale in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione in quanto non comporta un incremento patrimoniale significativo di un reale trasferimento di ricchezza. Siffatto incremento si verificherà eventualmente e in futuro in capo al beneficiario finale.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza n. 24232 - 2 novembre 2020
Il conferimento di beni in trust sconta le imposte ipocatastali e l’imposta di registro in misura fissa in quanto produce un effetto esclusivamente segregativo. Soltanto l'attribuzione al beneficiario può manifestare il presupposto dell'imposta proporzionale sul trasferimento di ricchezza.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile n.24154 - 30 ottobre 2020
L’istituzione di un trust autodichiarato familiare sconta le imposte ipocatastali in misura fissa ed è esente dall’imposta di donazione in quanto non realizza alcun trasferimento patrimoniale intersoggettivo. Il trasferimento imponibile in misura proporzionale è riscontrabile nell’eventuale attribuzione finale dei beni in trust al beneficiario, anche qualora questi sia individuato fin dal principio nell’atto istitutivo.
disponibile in area riservata
15-11-2020Corte Suprema di Cassazione, V sezione civile ordinanza n. 24153 - 30 ottobre 2020
L’istituzione di un trust autodichiarato familiare sconta le imposte ipocatastali in misura fissa in quanto non realizza alcun trasferimento patrimoniale intersoggettivo. Il trasferimento imponibile in misura proporzionale è riscontrabile nell’eventuale attribuzione finale dei beni in trust al beneficiario, anche qualora questi sia individuato fin dal principio nell’atto istitutivo.
disponibile in area riservata
Altre pagine:
25-10-2020VIII Congresso Nazionale

Video formazione ZOOM, 23-24-25 ottobre 2020

 

01-10-2020Trust, imposta su donazioni all'attribuzione finale dei beni
Il Sole 24 Ore - sabato 1 ottobre 2020
16-09-2020Sequestrabile il trust simulato
Il Sole 24 Ore - mercoledì 16 settembre 2020
07-09-2020Appalti, enti locali esentati dalle verifiche sulle ritenute
Il Sole 24 Ore - lunedì 7 settembre 2020
08-08-2020Petizione su Registro dei titolari effettivi
Il Sole 24 Ore - sabato 8 agosto 2020
06-08-2020Smantellata la Corte per il Trust senza che ne sapesse nulla
L'informazione di San Marino - mercoledì 5 agosto 2020
04-08-2020Fondazione e Fiera per l'arte. Ecco il trust sul contemporaneo.
Corriere di Bologna - martedì 4 agosto 2020
02-08-2020Il giro di soldi porta in Liechtenstein. Caccia al vero titolare del tesoro
Quotidiano.net - domenica 2 agosto 2020
02-08-2020Dopo di noi, ecco il "trust della solidarietà" per Samantha
Bergamo News - domenica 2 agosto 2020
29-07-2020Caso camici: faro pm su conto trust Bahamas madre Fontana
Ansa.it - mercoledì 29 luglio 2020
28-07-2020Trust per la vita Carla Pepi. Donazione all’ospedale
Cronache Maceratesi.it - martedì 28 luglio 2020
24-07-2020Scambio dati fiscali, ampliata la platea degli intermediari
Il Sole 24 Ore - venerdì 24 luglio 2020
18-07-2020La biellese Kamzan scelta dai professionisti del trust italiano
News Biella - sabato 18 luglio 2020
30-06-2020Il trust italiano alla svolta blockchain. La data certa degli atti sarà via bitcoin
Il Sole 24 Ore - martedì 30 giugno 2020
19-06-2020Un codice valido anche per chi investe in Cina
Il Sole 24 Ore - venerdì 19 giugno 2020
Altre pagine: